Grilli fritti, alghe e gin al gusto di formica: il menu del futuro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 maggio 2018 7:14 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2018 0:14
 “Grilli fritti, alghe e gin al gusto di formica: il menu del futuro” è bloccato Grilli fritti, alghe e gin al gusto di formica: il menu del futuro


“Grilli fritti, alghe e gin al gusto di formica: il menu del futuro” è bloccato
Grilli fritti, alghe e gin al gusto di formica: il menu del futuro (Foto Ansa)

TRIESTE – Grilli fritti, alghe e gin al gusto di formica: è questo il menu del futuro.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] O quanto meno questi sono i nuovi alimenti approvati dall’Unione europea nel regolamento sul cosiddetto Novel Food.

“Si tratta – ha spiegato al Piccolo la professoressa Maria Cristina Nicoli del Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali dell’Università di Udine – di quegli alimenti non inseriti nel precedente regolamento del 1997, quindi non conosciuti in Europa a quella data”.

Tra i piatti del futuro ci sono larve, grilli, formiche, vermi e tanti altri insetti finora sconosciuti nella cucina europea ma molto frequenti nei menù asiatici.

“All’interno del nuovo elenco di cibi appartenenti al novel food – spiega la Nicoli – sono stati inseriti animali o loro parti che fanno parte di tradizioni culinarie di Paesi più o meno lontani o che hanno una loro storia d’uso, sono cioè abitualmente usati da una certa comunità nel mondo. Tra le novità figurano quindi alcuni ingredienti che compongono la cucina sud asiatica come ad esempio gli insetti”.

In realtà il novel food non implicherà un boom di insetti per tutti. Semplicemente, spiega ancora la professoressa Nicoli, “si sta pensando di regolamentare un uso di alimenti diversi, quali possono essere appunto gli insetti, che possono risultare un cibo fonte di proteine, meno impattante sull’ambiente, più economico e già presente in altre tradizioni culinarie”.