Iginio Massari miglior pasticcere d’Italia per il Gambero Rosso

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2019 21:22 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2019 21:22
Iginio Massari miglior pasticcere d'Italia per il Gambero Rosso

Iginio Massari (Foto Ansa)

ROMA  – Iginio Massari si conferma miglior pasticcere d’Italia. Con 95 punti su 100 lo storico patron bresciano della Pasticceria Veneto, oggi proprietario anche dei locali di Milano e Torino, si conferma il re indiscusso del mondo della pasticceria ottenendo per il nono anno consecutivo il riconoscimento promosso dalla guida “Gambero Rosso”.

La premiazione, avvenuta lunedì 18 novembre a Roma alla presenza della responsabile Laura Mantovano, ha evidenziato come solo 23 locali in tutta Italia possano ottenere le prestigiose “Tre Torte” ma solo la pasticceria fondata dal Maestro Massari ha potuto ottenere il più alto gradino sul podio.

Il premio speciale al “Pasticcere Emergente” è andato a Marco Battaglia e Lavinia Franco di Marlà Milano. Novità dell’Anno: Harry’s Pasticceria a Trieste, mentre il re della “Miglior Pasticceria Salata” è Bompiani a Roma.

In generale, la classifica delle Tre Torte (i locali che raggiungono un punteggio superiore ai 90) regala conferme, con 23 locali. Tanti gli indirizzi da non perdere nella geografia delle migliori pasticcerie d’Italia delineata dal Gambero Rosso in occasione della presentazione della settima edizione della guida “Pasticceri & Pasticcerie 2020”.

Per i curatori della guida ”l’alta pasticceria allarga sempre più i suoi orizzonti con restyling dei locali che puntano alla valorizzazione dei prodotti e un’attenzione sempre maggiore da parte dell’hotellerie di lusso. Gli hotel con pasticcerie sono infatti il trend del momento: boutique in cui si punta ad una proposta d’eccellenza che seleziona le migliori materie prime da tutto il mondo, senza però dimenticare il territorio”.

A guidare il treno delle eccellenze è la regione Lombardia con 6 insegne, seguono la Campania con 5, poi Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio e Sicilia con 2, infine Toscana e Trentino-Alto Adige con 1. Mentre si infoltisce il numero delle Migliori Due Torte (i locali che hanno un punteggio da 85 a 89) che passano da 54 a 60. (Fonte: Ansa)