Jonathan Gold è morto: addio al critico gastronomico premio Pulitzer

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2018 15:00 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2018 15:00
Jonathan Gold è morto: addio al critico gastronomico premio Pulitzer

Jonathan Gold è morto: addio al critico gastronomico premio Pulitzer (Foto Instagram)

LOS ANGELES – E’ morto all’età di 57 anni Jonathan Gold, critico gastronomico e primo premio Pulitzer per il food. Per oltre 30 anni Gold ha raccontato le cucine di Los Angeles, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] città in cui era nato il 28 luglio del 1960, arrivando a guadagnare, nel 2007, il prestigioso premio giornalistico.

Come ricorda Gambero rosso, girava per la città californiana a bordo del suo pickup verde in cerca di nuovi posti da scoprire. Del suo lavoro, il critico gastronomico del Los Angeles Times aveva fatto una missione che prevedeva di raccontare quello che, altrimenti, difficilmente sarebbe comparso su un quotidiano di prestigio.

“Scrivendo cerco di convincere le persone a non avere paura dei propri vicini” aveva detto una volta a proposito della sua ricerca incessante tra pizzerie e sushi bar, venditori di noodle e bistrot. Con questo approccio antropologico alla critica gastronomica Gold diventò il più celebre critico degli Stati Uniti.

Ad ucciderlo, un tumore al pancreas diagnosticato solo un mese fa, che gli ha dato il colpo di grazia a pochi giorni dal suo 58° compleanno.

Sul New York Times il noto Pete Wells ricorda l’importanza del metodo Gold, impegnato sul campo sin dal 1986. Lo ricorda anche Ruth Reichl, sua editrice ai tempi di Gourmet: “Molto prima che le persone considerassero seriamente le cucine etniche, lui fece in modo che il cibo potesse raccontare le persone e avvicinarle tra loro. Scriveva delle persone ancor prima che del cibo, e di questo ha fatto un importante strumento di comprensione dell’altro”.