La crisi economica si mangia pure gli chef

Pubblicato il 2 Marzo 2009 18:13 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2009 18:38

La crisi economica colpisce anche le tasche degli amati del mangiar bene e costringe a chiuder bottega alcuni tra i più rinomati ristoranti del mondo. I forfait sono impietosamente registrati dalla guida Michelin 2009, appena uscita, che annota, soprattutto in Francia, l’addio di cuochi di prima grandezza. Le motivazioni addotte, tra cui lo stress e le precarie condizioni di salute, nascondono nei fatti l’incapacità del movimento di reggere l’impatto dei costi generali crescenti di fronte a un netto calo del lavoro.

Ristoratori in lacrime anche in Italia, dove si considera fortunato chi nel 2008 ha contenuto le perdite di fatturato entro il 10-15 per cento, con rarissime eccezioni.

Chiusure a parte, secondo Michelin, comunque, la Francia resta leader incontrastato e l’Italia surclassa gli altri Paesi per numero complessivo di stelle, anche se non ci sono novità tra i “tre stelle”.