Polpette svedesi? No, turche. La verità dietro ad uno dei piatti più famosi

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 maggio 2018 11:57 | Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2018 11:57
Polpette svedesi? No, turche. La verità dietro ad uno dei piatti più famosi

Polpette svedesi? No, turche. La verità dietro ad uno dei piatti più famosi

STOCCOLMA – La Svezia sorprende il mondo e ammette: le famose polpette non sono autoctone, ma un’idea importata dalla Turchia all’inizio del Settecento da re Carlo XII. 

La rivelazione arriva dall’account Twitter ufficiale del Paese: “Le polpette svedesi sono in realtà basate su una ricetta che il re Carlo XII portò a casa dalla Turchia all’inizio del XVIII secolo. Rimaniamo fedeli ai fatti!”.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

La notizia, che ha sorpreso tutti gli appassionati delle polpette portate alla celebrità da Ikea, è stata confermata da un certo Peter Isolato, che ha scritto di aver trovato la ricetta originale “in un libro di cucina svedese  sotto il titolo “Un piatto di carne turco” del 1737, nell’edizione “Leipziger Kochbuch” di Susanna Eger. Si tratta di vitello tritato finemente con cipolle, sale e pepe, grigliato su spiedini. Servito con una salsa a base di vino agro dolce”.

Se nonostante questo siete e restate appassionati delle famose polpette, sul sito dell’istituto svedese potete leggere la ricetta di quello che, al di là delle sue origini, è ormai diventato un classico della cucina svedese.