Pasqua, pranzo senza eccessi? I consigli di Gianluca Mech (Tisanoreica)

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Aprile 2020 15:50 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2020 15:52
Pasqua, pranzo senza eccessi? I consigli di Gianluca Mech (Tisanoreica)

Pasqua, pranzo senza eccessi? I consigli di Gianluca Mech (Tisanoreica)

ROMA – Anche se ci aspettano una Pasqua e una Pasquetta chiusi in casa per l’emergenza coronavirus, non ci faremo certo mancare il buon cibo e i manicaretti che tradizionalmente accompagnano queste feste. Attenzione però, il rischio di abbuffarci è dietro l’angolo. Specie per chi, in questo periodo di isolamento forzato, non ha la possibilità di fare attività fisica. 

Come limitare i danni? A darci alcune dritte ci pensa Gianluca Mech, il guru di Tisanoreica, che svela come mantenere un’alimentazione sana anche a Pasqua senza rinunciare alla tradizione.

“Il mio consiglio è quello di cercare di seguire i principi della nostra dieta mediterranea anche durante il pranzo pasquale – spiega l’imprenditore – indiscutibilmente l’alimentazione più sana ed equilibrata nelle quantità dei nutrienti: assumere quindi cereali, verdura, pesce o carne bianca, frutta e legumi”.

“Abbiamo la fortuna di vivere in un Paese che vanta fra i migliori prodotti al mondo, originali e di qualità: non rinunciamo, quindi, a portare sulla nostra tavola certe materie prime genuine e prelibatezze Made in Italy”.

Mech, che presto tornerà sul set del programma di Rete4 “Ricette all’italiana” con Davide Mengacci e Anna Moroni, è da sempre convinto che la qualità sia meglio della quantità: “Fare attenzione alla grandezza delle porzioni – consiglia – cercando di mantenerle piccole e ricordandosi di mangiare lentamente e in modo rilassato: un trucco per sentirsi più sazi e riuscire a gustare maggiormente tutto”. Non guasta neanche accompagnare il pasto con un bicchiere di vino, magari aperto con il Coravin Wine Preservation Opener che, visti i tempi, ci permette di non toccare troppo la bottiglia e preservare le qualità organolettiche del prodotto.

“Ricordiamoci poi di bere una tisana calda dopo il pranzo – aggiunge Mech – Ci aiuterà a stimolare le funzioni digestive e metaboliche, depurando il fegato e l’intestino”.

Per quanto riguarda i dolci, che non possono mancare sulla tavola di Pasqua: “Limitarsi con la colomba e, per quanto riguarda il cioccolato, preferire il fondente: consumato con moderazione, fornisce nutrimento e agisce sull’umore, può anche essere considerato come parte di una alimentazione equilibrata”.

Infine, “per depurarsi e ritrovare la forma fisica dopo gli eccessi a tavola, la nuova linea Tisanoreica, potenziata e perfezionata, contiene un gran numero di prodotti che aiutano in tal senso”, annuncia Mech. “E’ possibile individuare quello più adatto alle proprie esigenze sul mio sito web www.gianlucamech.com dove, oltre a tutti i servizi offerti, il nostro Centro Studi offre un servizio di consulenza medica gratuita h24”.

“Il mio augurio – conclude l’imprenditore – è che sia una serena Pasqua per tutti: sicuramente differente dalle altre ma vissuta in maniera più profonda”.