Quinoa, un super-cibo con numerosi benefici per l’organismo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Novembre 2019 13:27 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2019 13:00
Quinoa, un super-cibo con numerosi benefici per l'organismo

Quinoa, un super-cibo con numerosi benefici per l’organismo

ROMA – Un tempo alimento esotico e di nicchia, oggi la quinoa è entrata a far parte del menu di tantissimi italiani, evidentemente attratti dai tanti vantaggi che è possibile ottenere da questo pseudo-cereale, un vegetale che ha origine dal Sud America, e che negli anni si è ritagliato un ruolo fondamentale nelle cucine di mezzo Pianeta.

Ma quali sono i benefici che la quinoa può apportare?

Di seguito abbiamo voluto riassumere alcuni dei più noti vantaggi di questo vegetale: invitiamo tuttavia chi volesse saperne di più, ottenendo una sintesi di tutti i “pro” della quinoa, a dare uno sguardo a questa ottima infografica creata dallo staff di Inran.it : un punto di riferimento per chi vuole avere uno sguardo completo e efficace sul perché la quinoa è oggi un must irrinunciabile per tante persone.

Antiossidante

La quinoa è ricca di flavonoidi, antiossidanti che possono generare importanti benefici per la nostra salute. In particolar modo, rilevante è il quantitativo di molecole di quercetina, presenti nella quinoa in misura superiore a quanto ad esempio presente nel mirtillo rosso, considerato di norma uno dei prodotti nutrienti più ricchi di tale antiossidante.

I flavonoidi della quinoa possono giocare un ruolo favorevole come antinfiammatori, antivirali, antitumorali
e antidepressivi.

Salute gastrointestinale

La quinoa è ricca di fibre, in una misura che – a seconda della varietà – oscilla tra i 10 e i 16 grammi per 100 grammi di prodotto. Si tratta dunque di un contenuto particolarmente elevato, addirittura doppio rispetto alla maggior parte dei cereali (ma, ricordiamo, la quinoa non è un cereale!).

Purtroppo per la quinoa, però, la maggior parte delle fibre non sono solubili: il contenuto di queste ultime è infatti di 1,5 grammi per 100 grammi, per una proporzione comunque ritenuta particolarmente importante. Ricordiamo che le fibre solubili possono aiutare ad abbassare i livelli di zuccheri nel sangue, abbassare il colesterolo, incrementare il senso di pienezza e aiutare nella perdita del peso.

Indice glicemico

La quinoa aiuta a regolare l’indice glicemico, ovvero quell’indicatore che misura quanto velocemente il cibo è in grado di innalzare gli zuccheri nel sangue. In particolare, la quinoa ha un basso indice glicemico (circa 53) e, dunque, contrariamente agli alimenti che hanno un elevato indice glicemico, non contribuisce a stimolare l’appetito, né le condizioni di obesità, che a loro volta sono sottostanti l’insorgenza di malattie croniche come il diabete o le malattie cardiache.

Minerali

Tra gli altri benefici che è opportuno rammentare c’è anche la possibilità di poter fare un po’ di scorta di minerali e, in particolar modo, di quelli che spesso mancano nelle diete meno attente, come il magnesio, il potassio, lo zinco e il ferro. Fortunatamente, la quinoa contiene una buona quantità di ciascuno di questi minerali, e soprattutto di magnesio, tanto che una tazza di questo vegetale può apportare fino al 30% della dose giornaliera raccomandata.

L’unica accortezza è la necessità di trattare correttamente la quinoa. È infatti bene rammentare che la quinoa contiene acido fitico, che può legarsi a tali minerali e ridurne l’assorbimento. Per evitare questo fenomeno è sufficiente mettere a bagno la quinoa in acqua e limone e aceto di mele pastorizzato, prima di procedere con la cottura. In questo modo si può significativamente ridurre il contenuto di acido fitico e, dunque, rendere questi minerali più disponibili.

Dimagrimento

Può la quinoa far dimagrire? Certo, da solo questo vegetale può far ben poco, ma se unito a una dieta equilibrata e a una frequente attività fisica, i buoni contributi per la perdita di peso non dovrebbero certamente mancare.

Per comprendere il perché sia sufficiente ricordare che per perdere peso il nostro corpo deve bruciare più calorie di quelle introdotte. Alcuni cibi possono aiutare questo processo, accelerando il metabolismo e, dunque, il consumo di calorie, oppure riducendo l’appetito e, dunque, l’apporto di calorie.

Ebbene, non tutti sanno che la quinoa è un alimento eccezionale nel fare entrambe le cose e, dunque, permettendo di disporre di una buona mano d’aiuto nel condurre un tentativo di congruo e sostenibile dimagrimento.

Come se non fossero sufficienti i benefici di cui sopra, ne vogliamo aggiungere un altro: la quinoa è facile da introdurre all’interno della propria dieta, considerato che non solamente ha un sapore delicato e gradevole, ma è anche un prodotto molto versatile, che si adatta a molto cibi e si presta a diversi tipi di preparazioni.

Il nostro suggerimento finale è quello di risciacquare bene la quinoa al fine di ridurre le saponine, che si trovano nello strato esterno di questo pseudo-cereale, e possono conferire un sapore amaro.

via: https://www.inran.it/
fonti: https://it.wikipedia.org/wiki/Chenopodium_quinoa