Ristoranti più ricchi, la classifica: Cracco, Cannavacciuolo, Alajmo…

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 19:27 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018 19:27
Ristoranti più ricchi, la classifica: Cracco, Cannavacciuolo, Alajmo...

Ristoranti più ricchi, la classifica: Cracco, Cannavacciuolo, Alajmo… (Foto Ansa)

MILANO – Non solo Antonino Cannavacciuolo e Carlo Cracco: nella classifica dei ristoranti stellati Michelin più ricchi d’Italia ci sono anche chef meno televisivi, come la famiglia Cerea e i fratelli Alajmo. 

Sono loro sul podio dell’analisi di Pambianco strategie di impresa, che ha studiato il circuito economico dei grandi ristoranti italiani. 

Dalla ricerca è emerso che “complessivamente le 10 società di proprietà di chef stellati che hanno conquistato il vertice della classifica nel 2017 hanno incassato nel loro complesso poco meno di 73 milioni di euro mettendo a segno una crescita media superiore al 10%”. Un dato che sempre anche cresciuto nel 2018. 

Al vertice di questa classifica c’è la famiglia Cerea con il suo Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo), 3 stelle Michelin: i Cerea, con le attività accessorie, hanno incassato 17,9 milioni di euro, in crescita del 3,5%.

Al secondo posto ci sono i locali dei fratelli Alajmo, presenti non solo in Veneto con il tre stelle Le Calandre e con La Montecchia, Gran Caffè Quadri, e Amo T Fondaco dei Tedeschi, ma anche a Parigi e tra poco a Milano in Corso Como” e cresciuti di quasi il 18% raggiungendo un fatturato di 13,4 milioni, sottolinea Repubblica.

Terzo posto ad Antonino Cannavacciuolo, con una crescita di oltre il 25% grazie alla società Capri, creata con la moglie Cinzia, con la quale gestiscono Villa Crespi e i loro bistrot. Al quarto posto Carlo Cracco.

Ecco la classifica dei primi dieci ristoranti:

  1. Famiglia Cerea – Da Vittorio, Brusaporto (BG) 
    17, 9 milioni di fatturato nell’ultimo anno
  2. Alajmo – Le Calandre, Sarmeola di Rubano (PD)
    13,4 milioni di fatturato
  3. Cannavaciuolo – Villa Crespi, Orta San Giulio (NO)
    9,9 milioni di fatturato
  4. Cracco – Cracco in Galleria, Milano 
    8,1 milioni di fatturato
  5. Bartolini – Mudec, Milano 
    6,1 milioni di fatturato
  6. Perbellini – Ristorante Perbellini, Isola Rizza- Milano 
    5,3 milioni di fatturato
  7. Bottura – Osteria Francescana, Modena 
    Non dichiarato per il 2017, reddito 2016 pari a 5,7 milioni
  8. Berton – Ristorante Berton, Milano 
    5,1 milioni di fatturato
  9. Romito – Reale, Castel Di Sangro (AQ)
    4,6 milioni di fatturato
  10. Iaccarino – Don Alfonso 1890, Sant’Agata sui due golfi (NA)
    2,5 milioni di fatturato