dagospia

Dagospia: “Ecco perché Renzi e la Boschi non hanno assistito assieme allo spoglio”

Maria Elena Boschi (foto Ansa)

Maria Elena Boschi (foto Ansa)

ROMA – La notte della clamorosa sconfitta. Matteo Renzi la ha trascorsa nel suo ufficio a Palazzo Chigi. Insieme a lui c’erano il fedelissimo Luca Lotti, il portavoce Filippo Sensi, il fotografo Tiberio Barchielli e la moglie Agnese. Di sicuro non c’era Maria Elena Boschi: un’assenza non da poco visto che la riforma porta il suo nome. Dagospia, notata l’assenza, ha così ironizzato: “Nelle ore più buie per Matteuccio, Mariaetruria (la Boschi, ndr) resta al Nazareno. Te credo: a Palazzo Chigi c’era Agnese“.

Maria Elena Boschi che, qualche ora dopo la sconfitta, ha così commentato l’esito del referendum su Facebook:

“Peccato. Avevamo immaginato un altro risveglio – si legge sul suo profilo -: istituzioni più semplici in Italia, paese più forte in Europa. Non è andata cosi. Ha vinto il no, punto. Adesso al lavoro per servire le Istituzioni. Mettiamo al sicuro questa legge di bilancio. Poi pubblicheremo il rendiconto delle tante cose fatte da questo Governo. A tutti i comitati, a tutti gli amici e le amiche che ci hanno dato una mano, grazie. Decideremo insieme come ripartire, smaltita la delusione. Un abbraccio”.

 

To Top