Editoria: Mario Orfeo nuovo direttore del Messaggero

Pubblicato il 21 Marzo 2011 20:14 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2011 20:34

ROMA – Mario Orfeo lascia il Tg2 e passa alla direzione del Messaggero di Roma. Per Orfeo si tratta di un ritorno al lavoro con l’editore Francesco Gateano Caltagirone: il giornalista, infatti, aveva già diretto, dal 2002, il Mattino di Napoli.

Orfeo viene nominato direttore del Messagger nel giorno del suo quarantacinquesimo compleanno. Arriva dal Tg2, alla cui guida era stato nominato all’unanimità dal consiglio di amministrazione della Rai il 23 luglio 2009 su proposta del direttore generale Mauro Masi.

Al vertice del quotidiano romano prende il posto di Roberto Napoletano, passato alla direzione del Sole 24 Ore. Nato a Napoli, Orfeo è approdato alla carta stampata nella seconda metà degli anni Ottanta. Nel 1990 entra nella redazione napoletana di Repubblica, trasferendosi quattro anni dopo alla sede centrale di Roma, come caporedattore, sotto la guida di Ezio Mauro, ricoprendo tra l’altro il ruolo di capo del servizio politico.

Nel giugno del 2002 viene scelto dall’editore Francesco Gaetano Caltagirone per sostituire Paolo Gambescia alla direzione del Mattino di Napoli, diventando così uno dei più giovani direttori d’Italia. Nel 2007 vince il premio Ischia internazionale di giornalismo per l’informazione scritta. Tra le novità introdotte da Orfeo al Tg2, il ritorno ai mezzibusti seduti dietro alla scrivania, dopo diversi anni di conduzione in piedi, il restyling del sito Internet (con notizie più leggibili, video, edizioni in tempo reale e archivio storico) e il rinnovamento dello studio.

Paragonando in commissione di Vigilanza l’autorevolezza del suo tg al Corriere della sera, Orfeo ha chiesto a più riprese un traino più forte per l’edizione della sera.