Massimo Sagramola, ex assistente Asia Argento, dubbi sul caso Bennett: “Bourdain…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 agosto 2018 11:35 | Ultimo aggiornamento: 22 agosto 2018 11:35
Massimo Sagramola, ex assistente Asia Argento, dubbi sul caso Bennett: "Anthony Bourdain..."

Massimo Sagramola, ex assistente Asia Argento, dubbi sul caso Bennett: “Bourdain…” (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Massimo Sagramola, ex assistente di Asia Argento, scrive una lunga lettera a Dagospia, lettera in cui instilla dubbi sui tempi e le modalità con cui sta venendo fuori il caso Jimmy Bennett. Secondo Sagramola (che dice di essere stato minacciato, non relativamente a questa storia), è strano che Anthony Bourdain, compagno suicida di Asia, abbia pagato un ricatto per comprare il silenzio del ragazzino che secondo le accuse sarebbe stato molestato proprio dall’attrice [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Dagospia ha pubblicato la lettera e noi la riproponiamo in versione integrale:

Ciao Dago,

Come ex assistente di Asia (Scarlet Diva) ti scrivo questa lettera.

Tramite un blog che ho avevo e su twitter ho difeso Asia da giorni di insulti di haters, anche se con lei non ho avuto sempre rapporti facili e di amicizia.

L’ho difesa in quanto ad una donna non si possono scrivere, comunque la si pensi, le peggiori cose.

http://www.avantionline.it/2017/10/scrive-massimo-sagramola-cyberbullismo- contro-asia-argento/#.W3xYP2Zaa5w

http://www.avantionline.it/2016/12/scrive-massimo-sagrmola-il-conformismo- contro-bertolucci/#.W3xYrWZaa5w

Ed ho difeso Polanski dalla caccia all’uomo puritana a stelle e strisce che perdura da cinquanta anni.

http://www.avantionline.it/2016/10/scrive-massimo-sagramola-polanski-e-la- relativita-della-giustizia/#.W3xZFWZaa5w

Intervistando sul tema Oliver Stone

http://www.avantionline.it/2017/04/oliver-stone-ammiro-molto-i-film-di-roman- polanski/#.W3xZhGZaa5w

Scontrandomi con Asia stessa che non tollerava che si difendesse Polanski, dando credito ad improbabili nuove accusatrici, le quali storie dopo una mia analisi logica non mi convincono. Per quanto riguarda gli ultimi tempi, e vero che Asia si e trasformata in una giustizialista. E’ altrettanto vero che Weinstein poi e stato messo in accusa dopo che anche grandi star hanno raccontato delle sue attitudini comportamentali.

Ho anche difeso Bertolucci dalla folle accusa di aver stuprato Romy Schneider durante la lavorazione di Ultimo Tango a Parigi.

Il ragazzo che oggi viene all’attacco di Asia, lo ha fatto proprio quando Asia conduceva la sua battaglia, con i tempi discutibili ed i modi discutibili delle scelte di Asia. Una vendetta suggerita? Un ricatto? Una richiesta di risarcimento in seguito ad un’incontro con Asia torbido? Non lo sappiamo.

Sappiamo che Bourdain (che non amava Weinstein e che era il compagno di Asia) ha pagato per mettere a tacere la cosa scomoda, vera, o falsa che sia. Sappiamo che Bourdain oggi non puo parlare. Si dice soffrisse di depressione, si parla delle foto di Barillari, non sappiamo il perche. Sappiamo che e morto suicida. Io sono stato assistente anche di Tornatore (accusato dalla Trevisan non so di cosa). Poi si, Cosby, Allen, Brizzi, Spacey, il cinema oggi non gode di ottima fama. Ma ti so dire che sull’Affaire Argento si gireranno film noir negli anni a venire.

380.000 dollari non sarebbero mai stati “donati” da Bourdain ad un ricattatore che chiede milioni, visto che il cuoco si e fatto da solo nella vita guadagnadoseli con fatica e per se stesso ed i propri affetti piu cari tra i quali evidentemente anche Asia e la sua causa.

Oggi, caro Dago, in un’epoca fatta di Trump, Putin, Salvini, un’epoca a mio avviso decadente e post/ neo? “peronista”, la verita, la cultura e le sfumature sono sempre piu oscurate da pregiudizi e giustizialismi trasversali, presenti nel campo di sottoculture sia di sinistra che di destra.

A volte non amo il sensazionalismo di Dagospia e personalmente non sono nessuno oggi.

Sono una persona che ha vissuto e vive grandi difficolta private personali. Non sono un personaggio pubblico. Ma la caccia alle streghe, proveniente da sinistra verso destra come da destra verso sinistra sta annientando il paese dove viviamo, paese dove ho smesso anche di esprimere le mie idee dopo avere ricevuto minacce.

Non oso pensare nei livelli dei V.I.P. cosa possa accadere.

Un saluto,

Massimo Sagramola