2009, la grande fuga dal fisco: reati di evasione in aumento del 28 per cento

Pubblicato il 26 Ottobre 2009 14:29 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2009 15:00

Nelle audizioni parlamentari, insomma quando riferiscono a deputati e senatori, gli uomini di Bankitalia sono stati chiari: il calo di gettito per il fisco è figlio della crisi economica ma anche di una rinnovata e ritrovata evasione fiscale. Ne è arrivata conferma dalla Guardia di Finanza: nei primi nove mesi del 2009 i reati fiscali, almeno quelli scoperti, sono aumentati a ritmo record. Il 28 per cento di più rispetto allo stesso periodo del 2008.

Gli uffici giudiziari confermano anche loro: aumentano le dichiarazioni “fraudolente” del 32 per cento, le emissioni di fatture false del 21 per cento, la distruzione di strumenti contabili del 15,7 per cento, le omesse dichiarazioni del 15,9 per cento. Si evade dunque, per necessità, abitudine, scelta. E si evade più di prima. Anche questo è un bel problema per Tremonti.