600 euro al mese per sei mesi alle neo mamme che tornano a lavorare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 ottobre 2014 12:03 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2014 12:03
600 euro al mese per sei mesi alle neo mamme che tornano a lavorare

600 euro al mese per sei mesi alle neo mamme che tornano a lavorare

ROMA – 600 euro al mese per sei mesi alle neo mamme che tornano a lavorare. Le neo-mamme, dipendenti del privato come del pubblico, potranno dal prossimo anno usufruire di un assegno mensile da 600 euro, un voucher che consentirà loro di affrontare per 6 mesi (tanto dura il bonus) magari le spese per la baby sitter, o comunque quelle spese inevitabili per non compromettere l’impegno lavorativo una volta tornate in servizio dopo la maternità. Per ottenerlo basta presentare domanda all’Inps entro il 31 dicembre 2014: in qualsiasi momento, senza aspettare il click day.

“L’Inps — ha spiegato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti — ammette al beneficio la lavoratrice secondo l’ordine di presentazione della domanda e nei limiti della disponibilità delle risorse. Solo in caso di necessità, con un successivo decreto, potrà essere individuato un valore massimo dell’Isee”.

Il bonus baby-sitter, come è stato ribattezzato, era stato già sperimentato con la riforma Fornero, con l’intenzione di scoraggiare l’abbandono lavorativo delle neo-mamme impossibilitate a conciliare gli impegni. Ma era destinato solo alle neo-mamme del settore privato, valeva solo 300 euro e i soldi andavano spesi per pagamenti in chiaro destinati a baby-sitter o asili nido. Non funzionò bene, tanto che solo una piccola parte dei finanziamenti è stata utilizzata per le 3mila mamme che avevano aderito.