730 precompilato sul sito dell’Agenzia delle Entrate: dove scaricarlo, come compilarlo, quando inviarlo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 aprile 2018 5:57 | Ultimo aggiornamento: 17 aprile 2018 8:30

ROMA – Da oggi è online il 730 precompilato sul sito della Agenzia delle Entrate. Per scaricarlo clicca qui o qui.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Anche quest’anno, fanno sapere dall’Agenzia delle Entrate, è possibile accedere direttamente alla precompilata tramite il Sistema pubblico per l’identità digitale (SPID), con le credenziali dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, con il Pin rilasciato dell’Inps, e con le credenziali di tipo dispositivo rilasciate dal Sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA).

Infine, i contribuenti possono accedere alla dichiarazione precompilata utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi. I contribuenti hanno anche la possibilità di rivolgersi a un Caf o di delegare un professionista. All’indirizzo, sono presenti tutte le indicazioni utili, i passi da seguire fino all’invio, le novità di quest’anno, le date e le scadenze da ricordare, oltre alle risposte alle domande più frequenti.

Guida al nuovo 730 precompilato: le date.

Per i 730 modifiche e invio saranno possibili dal 2 maggio al 23 luglio. Anche il modello Redditi può essere modificato dal 2 maggio, ma può essere trasmesso dal 10 maggio al 31 ottobre.

Guida al nuovo 730 precompilato: come compilarlo. 

– C’È LA COMPILAZIONE ASSISTITA: Dal 2 maggio è possibile compilare in modo “assistito” i dati relativi agli oneri detraibili e deducibili da indicare nelle sezioni I e II del quadro E, anche per le spese sostenute per i familiari a carico. Il contribuente che intende modificare la propria dichiarazione 730, dopo aver visualizzato i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi potrà farsi supportare nella compilazione del quadro E. Se sceglie la modalità di compilazione assistita, infatti, sarà più semplice e immediato inserire nuovi documenti di spesa non presenti oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi e, automaticamente, i dati aggiunti o rettificati saranno inseriti nel quadro E.

– COME VENGONO SPESE LE MIE IMPOSTE? – Da quest’anno il Fisco risponde a questa domanda e i cittadini che hanno presentato la dichiarazione dei redditi nel 2017 potranno conoscere, grazie ai dati elaborati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, come lo Stato ha distribuito le imposte relative al 2016, accedendo alla dichiarazione precompilata o al cassetto fiscale. Un progetto voluto dai vertici di Agenzia, in particolare dal direttore Ernesto Maria Ruffini, con cui ogni contribuente può conoscere nel dettaglio come ha contribuito a sanità pubblica, previdenza, istruzione, sicurezza, ordine pubblico, trasporti, cultura, protezione del territorio e così via.

– COME ACCEDERE AI DATI: I contribuenti possono accedere alla propria dichiarazione precompilata tramite il Sistema pubblico per l’identità digitale (SPID), con le credenziali dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, con il pin rilasciato dell’Inps, e con le credenziali di tipo dispositivo rilasciate dal Sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA) oppure utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi. Inoltre, i contribuenti hanno la possibilità di rivolgersi a un Caf o di delegare un professionista.

– LE INFORMAZIONI UTILI: L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei cittadini un sito internet dedicato, all’indirizzo https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it, dove sono presenti tutte le indicazioni utili, i passi da seguire fino all’invio, le novità di quest’anno, le date e le scadenze da ricordare, oltre alle risposte alle domande più frequenti. Inoltre, sono sempre disponibili i numeri dell’assistenza telefonica: 848.800.444 da rete fissa, 06 966.689.07 da cellulare e +39 06.966.689.33 per chi chiama dall’estero, operativi dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17, e il sabato dalle 9 alle 13.

Guida al nuovo 730 precompilato: le novità.

IL NUOVO CALENDARIO: Il 730, anche nella forma della precompilata, allunga da subito i tempi di consegna: l’invio sarà possibile dal 2 maggio al 23 luglio. Per il modello Redditi si parte invece dal 10 maggio e fino al 31 ottobre.

AFFITTI BREVI, DA CEDOLARE A TASSA AIRBNB. Si estende agli affitti brevi sotto i 30 giorni la ‘cedolare secca’, ma solo per i contratti dal primo giugno 2017. La dichiarazione dei redditi, poi, tiene conto dell’arrivo, sempre da giugno, della ritenuta del 21% che viene fatta dagli intermediari (anche quelli dei portali on line come Airbnb) sugli affitti brevi.

SISMA-BONUS: Cambia e aumenta lo sconto sugli interventi di messa in sicurezza contro i terremoti, ma solo se migliora la classe di rischio. La detrazione del 50%, da spalmare in 10 anni, sale al 70% se si scende di una classe di rischio e all’80% se il calo è di due ‘gradini’. Più alto ancora lo sconto, rispettivamente al 75 e 85%, se i lavori riguardano edifici condominiali. Si considerano anche le spese fatte per la classificazione e la verifica sismica.

ECOBONUS: Rimane la detrazione 65%, sempre da applicare in 10 rate annuali. Lo sconto fiscale sale al 70% nel caso di interventi sull’involucro del palazzo e al 75% per quelli che migliorano la prestazione energetica superando alcuni standard.

WELFARE AZIENDE E PREMI RISULTATO: Sale da 2.000 a 3.000 euro il limite dei premi di risultato da assoggettare a tassazione agevolata. Il limite è innalzato a 4.000 euro se l’azienda coinvolge pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro.

SPESE ASILI E SCUOLE PRIVATE: E’ aumentato a 717 euro la soglia per la detrazione al 19% delle spese sostenute per l’iscrizione a scuole d’infanzia, elementari,medie e superiori.

UNIVERSITA’ E DISTANZE: Il requisito della distanza di 100 chilometri, previsto per fruire della detrazione del 19 per cento dei canoni di locazione pagati dagli studenti universitari, vale anche se l’Università è situata all’interno della stessa provincia ed è ridotto a 50 chilometri per gli studenti residenti in zone montane o disagiate

ALIMENTI ‘SPECIALI’: Sono detraibili le spese sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali previsti da un’apposita tabella del ministero della Sanita’, riguarda – ad esempio – i ciliaci. Esclusi di lattanti.

ADDIO CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA’ SUI ‘PAPERONI’: Scompare il prelievo del 3%, il ”contributo di solidarieta”, introdotto dal governo Monti sui redditi superiori a 300 mila euro.

ART.BONUS: dal 27 dicembre 2017 l’art bonus si estende anche per le donazioni a istituzioni concertistico-orchestrali, a teatri nazionali e di rilevante interesse culturale, ai festival, ai centri di produzione teatrale e di danza.

5 PER MILLE: da quest’anno è possibile destinare una quota pari al cinque per mille della propria imposta sul reddito a sostegno degli enti gestori delle aree protette.

Modello 730 precompilato sul sito dell'Agenzia delle Entrate: dove scaricarlo, come compilarlo, quando inviarlo

730 precompilato sul sito dell’Agenzia delle Entrate: dove scaricarlo, come compilarlo, quando inviarlo

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other