Acconto Irpef ridotto, 3 miliardi in più per i contribuenti

Pubblicato il 23 Novembre 2011 14:20 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2011 14:46

ROMA, 23 NOV – Con la riduzione dell’acconto Irpef per il 2011 arriveranno 3 miliardi in piu’ di risorse a disposizione dei contribuenti.

Lo specifica una nota del Tesoro commentando gli effetti del decreto firmato da Mario Monti. Il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri (riduzione di 17 punti percentuali dell’acconto Irpef dovuto per il periodo d’imposta 2011) interviene sugli effetti finanziari del D.L. 78/2010 portando a 3.050 milioni di euro le minori entrate previste nel bilancio dello Stato per effetto dello slittamento al 2012 di parte dell’acconto Irpef. La riduzione dell’acconto Irpef – spiega una nota del Mef – ha come conseguenza indiretta la temporanea maggiore disponibilita’ di risorse da parte dei contribuenti.

Nel merito delle indicazioni fornite si precisa, inoltre, che qualora sia stato gia’ effettuato il pagamento dello stipendio o della pensione senza considerare la riduzione dell’acconto prevista, i sostituti d’imposta restituiranno le maggiori somme trattenute nelle retribuzioni erogate nel mese di dicembre 2011. Nel caso in cui i sostituti d’imposta non siano in grado di restituire le maggiori somme trattenute nelle retribuzioni erogate nel mese di dicembre, gli stessi dovranno comunque restituirle nelle retribuzioni del mese successivo.