Economia

Aeroporti di Roma: +4,3% di passeggeri nei primi sei mesi del 2010, ricavi a 281,6 milioni

Con 18,9 milioni di passeggeri (+4,3% rispetto al 2009), l’andamento del traffico nel primo semestre 2010 ha confermato per Aeroporti di Roma valori di crescita superiori all’andamento dei principali aeroporti europei. Lo rende noto Adr in un comunicato sulla semestrale approvata dal cda precisando che i costi operativi sono cresciuti in misura inferiore (+3,3%) rispetto all’aumento del valore della produzione (+7,9%) grazie a ricavi attestatisi a 281,6 milioni alla fine del primo semestre.

Il Gruppo ha proseguito il programma di investimenti. Nel primo semestre sono stati eseguiti circa 61 milioni di euro contro i 23,6 del primo semestre del 2009. Adr sottolinea che i risultati economici del Gruppo sono stati impattati da ulteriori accantonamenti di 14 milioni di euro, registrati tra le partite straordinarie, in quanto riferiti a situazioni emerse e relative ad anni precedenti.

Di particolare rilievo nei dati di traffico, il trend positivo della componente internazionale (+5,3%) mentre risulta diminuita l’attività sull’aeroporto di Ciampino (-6,7%) penalizzato dalle restrizioni operative vigenti. L’indebitamento finanziario netto si è ridotto rispetto al 31 dicembre 2009 passando da 1.320,2 milioni di euro a 1278,1 milioni di euro mentre gli oneri finanziari netti sono risultati sostanzialmente in linea con lo stesso periodo dell’anno precedente.

“Nonostante l’incertezza degli incrementi tariffari, il Gruppo ha proseguito il programma di investimenti, spiega Adr rilevando che “il significativo incremento dimostra che non è venuto meno l’impegno, da parte del Gruppo, di garantire gli interventi urgenti e indifferibili per il sistema aeroportuale romano”.

Il Consiglio ha preso atto “dei positivi risultati ottenuti dalla gestione negli ultimi tre anni, fra cui: il ritorno all’utile nel 2009 (+5,1 milioni di euro) pur in presenza di una crisi congiunturale mondiale; performance di traffico del sistema aeroportuale romano superiori alla media a livello europeo; le opere infrastrutturali realizzate (avvio dei lavori del nuovo Molo C, realizzazione del terminal 5, rifacimento del sistema piste, nuova torre uffici, nuova segnaletica di indirizzo ai passeggeri, ecc.), la più recente delle quali è il nuovo sistema di smistamento automatico dei bagagli in transito (20 milioni l’investimento)”.

To Top