Affitti in calo del 2%. Ma Roma si conferma capitale del caro-canone

Pubblicato il 12 Novembre 2010 19:54 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2010 20:03

Buone notizie per chi abita o cerca casa in affitto: nel primo semestre 2010 il canone medio mensile per un’abitazione si è ridotto del 2 %circa e del 3% per gli immobili con garage.

Il calo dei prezzi si registra soprattutto in alcune città: in testa c’è Cagliari, con un tonfo dei costi del 10,7%. Seguono Genova (-8,3%) e Napoli (-7,6%). In controtendenza Ancona, dove gli affitti sono aumentati del 5,2%, Trento (+4,1%) e Roma (+3,6%).

I dati, raccolti da Nomisma in collaborazione con Solo Affitti e descritti dal Sole 24 Ore, sottolineano che gli affitti più cari in assoluto si trovano nella capitale: qui il prezzo medio per un appartamento arredato si aggira sui mille euro. Firenze, Venezia e Napoli si attestano tra i 700 e i 600 euro. Al lato opposto della classifica ci sono Catanzaro (435 euro), Campobasso (458 euro) e Perugia (482 euro).

Riguardo invece alla tipologia degli immobili, i più richiesti sono bilocali (40%), seguiti dai trilocali (28%) e dai monolocali (20%). I quadrilocali sono richiesti solo dal 12% del campione.

5 x 1000

Nel 22 % dei casi l’affittuario è costituito da giovani coppie senza figli, nel 20% da single, nel 16,5% da famiglie con figli. Ci sono poi gli extracomunitari (15% del campiione) e i lavoratori temporanei (10%).

Diverse anche le motivazioni che spingono all’affitto: la metà dei locatari cerca un’abitazione principale, il 30% è spinto da esigenze lavorative, il 20% da esigenze di studio fuori sede.