Economia

Alitalia, 1.900 esuberi scongiurati: siglato accordo azienda-sindacati

Alitalia, 1.900 esuberi scongiurati: siglato accordo azienda-sindacati

Alitalia, 1.900 esuberi scongiurati: siglato accordo azienda-sindacati

ROMA – Alitalia, c’è l’accordo sindacati-azienda: scongiurati i 1.900 esuberi. L’intesa è stata siglata giovedì notte, 13 febbraio, “dopo una lunga trattativa”, spiega una nota della Fit-Cisl. Esclude la cassa integrazione a zero ore, lasciando tutti i lavori all’interno del ciclo produttivo.

Al tavolo, oltre all’azienda, Filt-Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e UgltTrasporti. 

L’ACCORDO – L’accordo prevede cassa integrazione a rotazione e contratti di solidarietà per 1.900 persone (full time equivalent), oltre a piani di formazione e riqualificazione per il personale maggiormente interessato dalla riduzione oraria.

Nello specifico, per quanto riguarda il personale di terra, la platea interessata dalla cigs a rotazione è di 4.524 addetti, di cui 956 operai, 3.065 impiegati e 503 quadri: la cigs interessa 1.437 dipendenti al mese e va da un minimo di 2 giorni al mese per la manutenzione ad un massimo di 13 giorni al mese per alcuni impiegati. Sono previste inoltre verifiche trimestrali sulle giornate e alcuni giorni di riqualificazione e formazione per il reinserimento del personale coinvolto nella cigs.

Per quanto riguarda piloti e assistenti di volo, gli esuberi chiesti sono di 801 dipendenti e vanno a spalmarsi su tutta la platea dei piloti e assistenti di volo (4.946) con 5 giornate medie al mese di solidarietà per i piloti (con punte fino a 7,5 giornate per il lungo raggio) e 5 giornate medie al mese per gli assistenti di volo.

L’accordo richiede un passaggio al Ministero del Lavoro per formalizzare la sua entrata in vigore a partire dal primo marzo 2014, fino al 29 febbraio 2016. Nell’intesa viene precisato, con ovvio riferimento ad Etihad Airways, che

“eventuali accordi con altri vettori potrebbero determinare opportunità di confronto e approfondimento sugli strumenti approvati con il presente accordo”.

FIT-CISL: “PASSO IMPORTANTE” – Per Emiliano Fiorentino,  coordinatore nazionale Fit-Cisl per il Trasporto aereo,

“Un passo importante è stato fatto dalle organizzazioni sindacali congiuntamente all’azienda. Ora si attende l’arrivo del partner per il rilancio di Alitalia. La Fit-Cisl esprime soddisfazione per il risultato raggiunto, da cui si evince che ancora una volta lo spirito di responsabilità di tutti ha prevalso”.

To Top