Alitalia, 2.200 contratti di solidarietà. Dirigenti si tagliano stipendi del 20%

Pubblicato il 6 Giugno 2013 22:00 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2013 22:00

Alitalia, 2.200 contratti di solidarietà. Dirigenti si tagliano stipendi del 20%ROMA – Alitalia, accordo raggiunto con i sindacati: per 2.200 dipendenti di terra scattano i contratti di solidarietà per due anni. L’accordo prevede anche una riduzione di cinque giorni lavorativi al mese e di 50-60 euro medie in busta paga.

I vertici di Alitalia hanno deciso di tagliarsi i compensi. L’impegno, sottoscritto e portato dall’amministratore delegato Gabriele del Torchio al tavolo, prevede una riduzione del 20% degli amolumenti per Presidente e Consiglio di amministrazione, del 20% del compenso per l’amministratore delegato e del 10% per i dirigenti.

I contratti di solidarietà scatteranno già lunedì prossimo per 1.800 lavoratori nei settori non operativi. Per quanto riguarda gli altri 400 lavoratori di terra dei settori operativi, su un bacino di 600 addetti, l’azienda e i sindacati individueranno entro la fine del mese le aree interessate e la misura dei contratti di solidarietà per ciascuna unità operativa.

Soddisfatto dell’accordo Del Torchio: “Credo che questo accordo possa essere l’avvio di una stagione di grande collaborazione”, ha detto l’amministratore delegato di Alitalia, aggiungendo che per il gruppo l’intesa consentirà un “risparmio significativo”, l’entità del quale sarà quantificata alla presentazione del piano industriale, attesa per il 27 giugno prossimo. “Credo sia stato fatto un ottimo lavoro di tutti, sono soddisfatto, tutti abbiamo rinunciato a qualcosa nell’interesse di tutti gli uomini e le donne che lavorano in azienda. Ho apprezzato molto il senso di responsabilità delle organizzazioni sindacali. Abbiamo una storia gloriosa, costellata da qualche inconveniente, però davanti abbiamo un futuro che possiamo costruire solo insieme”.