Alitalia, a Cassano buonuscita da 2,4 mln dopo 9 mesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2015 11:02 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2015 11:02
Alitalia, a Cassano buonuscita da 2,4 mln dopo 9 mesi

Silvano Cassano

ROMA – Una buonuscita da 2,4 milioni di euro subito e una seconda tranche a breve dopo nove mesi di lavoro: è quanto riceverà Silvano Cassano, l’ex amministratore delegato di Alitalia dimessosi il 19 settembre per “motivi personali”. Le sue deleghe sono state assegnate ad interim al presidente della compagnia aerea, Luca Cordero di Montezemolo. 

Al di là delle motivazioni ufficiali, scrive il Messaggero, alla base del divorzio ci sarebbero

“i dissidi con i soci italiani alimentati dalle deludenti performance del vettore, e alla fine anche con James Hogan, che in origine l’aveva proposto ma che di fronte alle critiche sempre più generalizzate ha dovuto prendere atto della necessità di un cambio”.

Nel primo semestre dell’esercizio Alitalia ha cumulato una perdita netta di 130 milioni in lieve miglioramento rispetto al budget. Quindi all’origine dei dissidi, scrive sempre il Messaggero, non ci sarebbe tanto il mancato rispetto del budget, bensì “il fatto di non essere riusciti – precisano dall’interno – a dare ai clienti una percezione netta del cambiamento”.

Riguardo alla buonuscita, il quotidiano romano ricorda che il predecessore di Cassano, Gabriele Del Torchio (oggi presidente e amministratore delegato di Snai), rinunciò al bonus di fine rapporto di 2,5 milioni.