Alitalia-Etihad, esuberi dimezzati: da 2250 a 980

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Luglio 2014 19:04 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2014 19:04
Alitalia-Etihad, esuberi dimezzati: da 2250 a 980

Alitalia-Etihad, esuberi dimezzati: da 2250 a 980 (foto LaPresse)

ROMA – Alitalia-Etihad, si dimezzano gli esuberi. Dopo un pomeriggio di trattative, infatti, il numero dei dipendenti in eccesso passa dai 2250 previsti in un primo momento a 980. Ad annunciare il risultato è stato il ministro Maurizio Lupi che ha rappresentato il governo al tavolo della trattativa insieme al ministro Giuliano Poletti.

Il tavolo si è riunito nuovamente nel pomeriggio di venerdì 11 novembre quando era già arrivato un messaggio chiaro da parte di Lupi: trattativa da chiudere inderogabilmente entro le 11 di sabato mattina.

“Non è un ultimatum, a un certo punto è giusto che si decida in una direzione o l’altra”, aveva spiegato Lupi. Ma nella sostanza si è arrivati ad una brusca accelerazione della trattativa.

Sabato alle 11 “sarà presentata la sintesi del lavoro fatto in questi giorni”, ha spiegato Lupi, aggiungendo che “si è lavorato bene fino ad oggi, non vedo perché non si debba chiudere positivamente. Da parte mia e del governo c’è responsabilità e serietà”. Ha ricordato, infine, che l’amministratore delegato di Etihad, James Hogan, arriva in Italia martedì e bisogna dunque dargli una risposta.