Antitrust apre indagine sulla grande distribuzione organizzata

Pubblicato il 6 Novembre 2010 13:51 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2010 14:01

L’Antitrust ha avviato un’indagine conoscitiva sul ruolo della grande distribuzione organizzata. L’Autorita’ – si legge infatti in una nota – ”deciso di approfondire le dinamiche competitive del settore, anche alla luce della loro importanza sulla formazione dei prezzi finali”.

L’analisi dell’Autorita’ ”riguardera’ l’effettivo grado di concorrenza esistente tra i vari gruppi della GDO, le dinamiche contrattuali con le quali si determinano le condizioni di acquisto e di vendita dei prodotti agroalimentari, i comportamenti tenuti dagli operatori della grande distribuzione nella contrattazione delle condizioni di acquisto con i fornitori”.

Secondo l’Antitrust ”il processo di modernizzazione del settore distributivo ha portato non solo a un aumento del grado di concentrazione ma anche alla messa in comune, da parte delle imprese, di alcune funzioni aziendali (rapporti di affiliazione, consorzi, centrali e supercentrali di acquisto, ecc.): si tratta di un fenomeno in grado di avere effetti sulle dinamiche competitive, soprattutto con l’aumento del peso delle centrali di acquisto che ha prodotto un considerevole rafforzamento del potere contrattuale delle imprese della GDO nei confronti delle piccole e medie imprese produttrici”.

Tra i fenomeni segnalati all’Antitrust – spiega la nota – ”anche forme di contribuzione all’attivita’ espositiva, promozionale e distributiva, sganciate dalle quantita’ e dai prezzi di acquisto, richieste dalla GDO ai produttori. Parallelamente si e’ intensificata la concorrenza diretta effettuata dai distributori nei confronti dei propri fornitori attraverso le marche private (c.d. private label)”.

5 x 1000