Goint venture tra Atlantia e Grupo Bertin per le autostrade in Brasile

Pubblicato il 2 Luglio 2012 9:42 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2012 9:53

MILANO – Atlantia ha perfezionato l’accordo sottoscritto con il gruppo Bertin il 27 gennaio per la creazione di una joint venture paritetica in cui sono confluite le rispettive partecipazioni in concessionarie autostradali in Brasile: Autostrade do Brasil per il gruppo italiano, e Cibe per l’alleato sudamericano.

Vengono conferite in particolare nella nuova società, Atlantia Bertin Concessoes: Triangulo do Sol, titolare della concessione con scadenza nel 2021 di 442 km nello stato di San Paolo in Brasile; Colinas, titolare della concessione con scadenza nel 2028 nello stato di San Paolo per complessivi 307 km; e Nascentes das Gerais, titolare della concessione con scadenza nel 2032 di 372 km nello stato di Minas Gerais.

Atlantia, sulla base degli accordi di partnership, provvederà al consolidamento integrale della nuova società e delle concessionarie conferite. L’accordo prevede inoltre a favore della nascente società un’opzione di acquisto avente oggetto il 95% del capitale di Spmar del Gruppo Bertin.

Spmar è titolare della concessione di parte del raccordo anulare a pedaggio di San Paolo (Rodoanel) per complessivi 105 km, di cui circa 60 km già in esercizio e i restanti in costruzione. E’ stata poi costituita una seconda holding, denominata Atlantia Bertin Partecipacoes, partecipata anch’essa al 50% da Atlantia e al 50% da Bertin, con il 50% del capitale di Tiete, titolare della concessione con scadenza nel 2039 di 417 km nello stato di San Paolo.

Gli accordi prevedono il conferimento della partecipazione in Tiete in Atlantia Bertin Concessoes SA a valle delle necessarie autorizzazioni.