Attilio Befera: “Evasori? Il vero nemico è chi spreca denaro pubblico”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 20:10 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 20:12
Attilio Befera: "Evasori? Il vero nemico è chi spreca denaro pubblico"

Attilio Befera (Foto Lapresse)

FRASCATI – “I veri avversari per noi non sono gli evasori, che anche se ci contrastano danno senso al nostro lavoro, ma sono quelli che sprecano il denaro pubblico. Loro rendono vano il nostro lavoro”. Parlando alla Summer School della Fondazione Magna Charta il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ridefinisce il concetto di nemico pubblico numero uno che, a suo dire, non è tanto chi si sottrae al torchio fiscale ma chi spreca soldi pubblici.

Ai giornalisti che gli chiedevano una previsione sugli incassi 2013 Befera ha assicurato: “I risultati della lotta all’evasione sono in linea con l’anno scorso”. E fissa le linee guida per l’istituto. Nel 2012, ricorda, il fisco ha incassato dalla lotta all’evasione 12,5 miliardi di euro. Befera ha poi spiegato come l’Agenzia delle Entrate faccia “meno controlli” rispetto al passato ma “più mirati”. “Si fa un’analisi di rischio che ci consente di essere più precisi e arrivare ai soggetti che dobbiamo controllare. Non andiamo a caso”.

“Stiamo cercando di combattere la cultura della furbizia – ha aggiunto – il Paese sta cambiando. Prima l’evasore era considerato un furbo da imitare, e per un lavoratore dipendente che non poteva, da invidiare”. Befera ha infine sostenuto: “Tutti debbono contribuire alla spesa pubblica perché il fisco è un momento di redistribuzione e equità”.