Autostrade per l’Italia, nuove assunzioni di diplomati e laureati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2020 14:36 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2020 14:36
Autostrade per l'Italia, nuove assunzioni di diplomati e laureati

Autostrade per l’Italia

ROMA – Autostrade per l’Italia, una delle più estese reti autostradali europee a pedaggio, che conta 3.020 km di rete e 217 Aree di Servizio servendo 15 regioni e 60 province italiane, con l’inizio del nuovo anno ha approvato le nuove linee guida del Piano Strategico 2020/2023, che contengono le principali direttrici di trasformazione e cambiamento della società e che prevedono anche l’assunzione di 1000 nuove varie figure. Il programma di assunzioni prevede l’inserimento di operai, addetti autostradali, esattori, ingegneri, tecnici… ed altre figure. Poiché la sicurezza su strada, nei cantieri e nei luoghi di lavoro viene considerata una delle priorità fondamentali per lo sviluppo del piano strategico, i nuovi assunti saranno impiegati nella realizzazione delle principali attività contenute nel piano grazie ad una forte valorizzazione delle competenze e delle risorse umane attraverso specifici programmi di formazione e sviluppo dei talenti. 

Piano di assunzioni e valorizzazione competenze e risorse umane. Focus su sicurezza:

E’ previsto un programma di assunzioni di 1000 persone tra ingegneri, tecnici, operai, addetti autostradali ed esattori che saranno impiegati per la realizzazione delle principali attività contenute nel piano. Le linee guida prevedono una forte valorizzazione delle competenze e delle risorse umane attraverso specifici programmi di formazione e sviluppo dei talenti. La sicurezza su strada, nei cantieri e nei luoghi di lavoro viene considerata una delle priorità fondamentali per lo sviluppo del piano strategico: per questo verranno sviluppate specifiche iniziative anche in collaborazione con la Polizia Stradale.

Digitalizzazione degli asset e dei processi lavorativi:

Il piano prevede la completa digitalizzazione delle procedure e dei processi lavorativi aziendali, attraverso l’adozione dei più avanzati strumenti tecnologici disponibili sul mercato. Un elemento cardine di tale strategia è la realizzazione di una piattaforma di intelligenza artificiale che consentirà di monitorare i 1943 ponti e viadotti della rete. La nuova piattaforma sarà impiegata dalle società esterne incaricate delle attività di monitoraggio e sarà basata su una totale trasparenza e condivisione delle informazioni (infrastruttura dati unica, architettura dei sistemi cloud, utilizzo di big data).

L’investimento complessivo di ASPI per la digitalizzazione degli asset e dei processi organizzativi è pari a ulteriori 200 milioni di euro che si aggiungono a circa 300 milioni di euro di investimenti in software, hardware e altri beni materiali e immateriali di proprietà.

Per ulteriori informazioni e seguire il piano assunzioni potete cliccare qui.