Il balcone cade a pezzi? Almeno per le parti esterne, le spese le paga il condominio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 maggio 2019 9:57 | Ultimo aggiornamento: 10 maggio 2019 9:58
Il balcone cade a pezzi? Almeno per le parti esterne, le spese le paga il condominio

Il balcone cade a pezzi? Almeno per le parti esterne, le spese le paga il condominio

ROMA – Chi debba sostenere le spese per il rifacimento o il restauro del balcone di casa deve sapere che una parte importante di quelle spese possono essere scaricate sul conto comune del condominio.

Gli elementi esterni, infatti, assolvono anche a una funzione di mantenimento del decoro del palazzo che riguarda tutti: i rivestimenti della parte frontale, i cosiddetti frontalini, come della parte inferiore, le fioriere, eventuali elementi decorativi come fregi e parapetti, le spese di scartavetratura e pittura, la messa in sicurezza, possono essere messe in carico al condominio.

Lo stabilisce peraltro la Corte di Cassazione: le parti che svolgono una funzione di tipo estetico e che accrescono il prestigio architettonico dello stabile costituiscono, in quanto tali, parti comuni (ai sensi dell’art. 1117, n. 3 codice civile), con la conseguenza che la spesa per la relativa riparazione ricade su tutti i condomini, in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno (Cass. civ., sez. II, 19 settembre 2017, n. 21641). (Corriere.it)