Banca centrale Grecia a Tsipras: “Firma o siamo fuori. Un imperativo categorico”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 13:19 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 13:19
Banca centrale Grecia a Tsipras: "Firma o siamo fuori. Un imperativo categorico"

Banca centrale Grecia a Tsipras: “Firma o siamo fuori. Un imperativo categorico”

ROMA – Grecia. Banca centrale a Tsipras: “Firma gli accordi o siamo fuori da euro e Ue”. Lo stesso governo che ha definito “criminali” le responsabilità del Fondo Monetario internazionale, quello greco di Alexis Tsipras, è stato destinatario di un drammatico appello da parte della banca centrale: in sintesi, firma gli accordi o finiamo dritti in default, usciamo dall’euro e in prospettiva anche dall’Unione europea.

Sottoscrivi gli accordi, è l’avviso, perché non c’è più tempo e perché creditori e istituzioni internazionali hanno fatto proposte praticabili e in ogni caso le migliori possibili data la situazione. L’appello è implicito nei contenuti del rapporto della Banca di Grecia sull’eventuale fallimento dei negoziati sul debito greco. Uno scenario economico apocalittico.

Una crisi del debito controllabile, come è quella che stiamo gestendo con l’aiuto dei nostri partner si trasformerebbe a valanga in una crisi incontrollabile con grandi rischi per il sistema bancario e la stabilità finanziaria. Un’uscita dall’euro aggraverebbe solo uno scenario economico avverso e farebbe balzare l’inflazione […] Dalla sua posizione di membro “core” dell’Europa, la Grecia sarebbe relegata al rango di un Paese povero del Sud. Ecco perché la Banca di Grecia è fermamente convinta che trovare un accordo con i nostri partner è un imperativo storico che non possiamo permetterci di ignorare. (Rapporto della Banca di Grecia, fonte Sole 24 Ore).

 

5 x 1000