Banca D’Italia. Cresce il debito pubblico di 55 mld di euro dal 2011

Pubblicato il 15 Febbraio 2012 10:55 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2012 12:52

ROMA – Il debito pubblico italiano a dicembre 2011 e’ cresciuto di 55 miliardi rispetto alla fine del 2010, passando da 1.842,856 miliardi di dicembre 2010 a 1.897,946 miliardi di fine 2011. L’incremento e’ del 2,98%. E’ quanto risulta dai dati della Banca d’Italia. Il dato sul debito di dicembre 2011 segna dunque una crescita in un anno ma una lieve flessione sul mese precedente. A dicembre il debito e’ infatti sceso sotto la soglia dei 1.900 miliardi di euro, che invece era stata per la prima volta superata in quattro mesi dello stesso anno (novembre, ottobre, luglio e giugno). A luglio 2011 era stato toccato il record assoluto con 1.911,813 miliardi di euro di debito.

Il debito pubblico italiano a dicembre 2011 e’ sceso dai 1.904,8 miliardi di novembre e si e’ attestato a quota 1.897,946 miliardi di euro. E’ quanto risulta dal Supplemento al Bollettino statistico della Banca d’Italia dedicato alla finanza pubblica. Le entrate tributarie nel 2011 sono aumentate dell’1,6% e si sono attestate a quota 403,110 miliardi di euro. E’ quanto risulta dal Supplemento al Bollettino statistico della Banca d’Italia dedicato alla finanza pubblica.

Si attesterebbe tra il 119,5 e il 120% il rapporto tra il debito pubblico a dicembre 2011 e il Pil dell’Italia. E’ quanto,secondo l’ANSA, e’ possibile ipotizzare – con un range che trova conferme anche tra i tecnici – in attesa dei dati ufficiali, utilizzando la prime stime sul debito, diffuse dalla Banca d’Italia, e sul Pil, rese note dall’Istat.