Banche, accordo su indebitamento a Basilea. Draghi: “Più resistenti a shock”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2014 18:33 | Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2014 18:33
Banche, accordo su indebitamento a Basilea. Draghi: "Più resistenti a shock"

(Foto LaPresse)

ROMA – Le novità decise a Basilea dal Gruppo dei Governatori delle Banche Centrali sui criteri di indebitamento delle banche sono ”un passo importante verso Basilea III” e rende gli istituti ”più resistenti che in passato agli shock finanziari”. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi che guida il gruppo dei governatori.

”La finalizzazione delle misure sull’ indebitamento delle banche – ha detto Draghi – è un significativo passo avanti per la piena implementazione di Basilea3. Il levrage ratio (cioè il criterio per l’indebitamento) e’ un importante strumento di garanzia e anche le norme sulla liquidità sono importanti per un regime patrimoniale basato sul rischio. Forniscono insieme un quadro regolatorio che dovrebbe assicurare banche più resilienti a shock finanziari rispetto a quanto era nel passato”.

Oltre a Draghi ha commentato anche il presidente del Comitato di Basilea e governatore della banca svedese, Stefan Ingves: ”Sono stati fatti buoni progressi per concludere l’ ambizioso programma di riforme – ha detto – e per garantire la sua attuazione piena e coerente. C’è ancora da fare, ma il Comitato è sulla buona strada per completare presto le riforme connesse con la crisi e, così facendo, per istituire un sistema bancario più forte e più resistente”.