Banche, accordo con Ue copre il 90% dei risparmiatori

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 6 aprile 2019 11:45 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2019 11:45
di maio conte salvini tria

Banche, accordo con Ue copre il 90% dei risparmiatori. nella foto Ansa Luigi Di Maio, Giuseppe Conte, Matteo Salvini e Giovanni Tria

ROMA – L’accordo tra il Tesoro e l’Antitrust europeo sui rimborsi di azionisti e obbligazionisti bancari è stato siglato nei giorni scorsi. Ora spetta al Governo diviso al suo interno decidere cosa fare.

L’intesa, secondo fonti del Mef confermate dal Sole 24Ore, prevede che il 90% della platea dei risparmiatori/investitori da risarcire sarà coperto. In particolare, il ristoro sarebbe garantito ai risparmiatori/investitori che hanno un reddito annuo fino a 35 mila euro o un patrimonio immobiliare fino a centomila euro. Sul tavolo la possibilità di ottenere fino al 30% del costo d’acquisto delle azioni, e fino al 95% dell’investimento in obbligazioni.

L’accordo trovato non è automatico, ossia immediato e per tutti, come avevano fatto intendere, in campagna elettorale, M5s e Lega. Il rimborso automatico, infatti, va contro la legge sia europea che italiana.  

Se il governo istituisce un fondo con soldi pubblici, prima di risarcire i cittadini deve controllare l’entità del raggiro durante l’investimento finanziario e se questo c’è effettivamente stato. La condizione può sembrare ovvia ma così non era per i due azionisti del Governo che faticano, tuttora, a trovare un accordo su questa delicata materia. 

Fonte: Sole 24Ore