Banche: Sepa al posto del Rid, caos conto. Bollette non pagate, costi a sorpresa

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Marzo 2014 12:50 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2014 12:51

euroROMA – Bollette non pagate, o pagate due volte. Costi a sorpresa sul conto. In banca arrivano delle novità e a farne le spese sono i correntisti che potrebbero ritrovarsi amare sorprese. Per rispettare una nuova normativa europea le banche italiane stanno mandando in pensione il Rid, il sistema di accredito sul conto corrente di spese varie, bollette principalmente.

Ora arriva il Sepa, un sistema nato per armonizzare gli standard tecnologici di bonifici e addebiti nei 28 Paesi Ue più Svizzera, Norvegia, San Marino, principato di Monaco, Islanda e Liechtenstein. Ma le associazioni dei consumatori hanno fatto notare parecchi disagi, dovuti al cambio di sistema. Bollette pagate due volte o non pagate, la commissione di un euro per ogni bonifico addebitata al correntista ignaro.

La Banca d’Italia parla di «qualche difficoltà di natura tecnica nello scambio flussi di addebito, servizio caratterizzato da una netta differenza fra il formato domestico e quello Sepa». L’Abi segnala che eventuali doppie fatturazioni sono state finora prontamente rimborsate dalle banche.