Bancomat obbligatorio dal dentista. Solo se fattura più di 300mila euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2014 16:03 | Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2014 16:03
Bancomat obbligatorio dal dentista. Solo se fattura più di 300mila euro

Bancomat obbligatorio dal dentista. Solo se fattura più di 300mila euro

ROMA – Dentisti, avvocati e commercialisti obbligati ad avere il Pos per i pagamenti con bancomat: così il governo sperava di frenare l’evasione fiscale dei professionisti. Ma poi ha fatto dietrofront: l’obbligo vige solo per gli studi con un fatturato annuo di almeno 300mila euro. Quindi pochissimi, almeno che dichiarino questa cifra.

Il vincolo, dice uno schema di decreto del ministero dello Sviluppo Economico, c’è quindi solo per i pagamenti fatti nei locali “destinati all’attività di vendita o di prestazione di servizio”, cioè negli studi o nei negozi. Quindi, per esempio, non vale nei cantieri edili.

Inizialmente il governo aveva stabilito l’obbligatorietà dei Pos negli studi professionali dal 1° gennaio di quest’anno. Molte associazioni di professionisti avevano criticato la misura. Alla fine il ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, ha deciso per una via di mezzo: conferma l’obbligo del Pos ma solo per gli studi con un fatturato di 300mila euro l’anno.