Bankitalia: Pil al rialzo dell’1% nel 2010

Pubblicato il 15 luglio 2010 15:05 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 15:50

L’andamento del commercio mondiale, ”che gli organismi internazionali prevedono in crescita piu’ sostenuta rispetto a quello ipotizzato nello scenario presentato nel Bollettino economico dello scorso gennaio, sospingerebbe la crescita dell’economia italiana nel biennio 2010-11 all’1 per cento in entrambi gli anni”.

E’ quanto si legge nel Bollettino di Bankitalia che in precedenza prevedeva per quest’anno una crescita dello 0,7% e dell’1% nel 2011. ”Nella seconda parte del 2010 l’esaurirsi delle misure di stimolo fiscale e nel 2011 gli effetti restrittivi del piano di risanamento dei conti pubblici disposto dal Governo determinerebbero un rallentamento dell’attivita’ produttiva rispetto al primo semestre di quest’anno”.

La crescita del Pil – ricorda via Nazionale – ”si e’ discostata di poco dalla media nei maggiori paesi dell’area: uguale in Germania, lievemente inferiore in Francia e in Spagna (0,1 per cento), superiore in Italia (0,4 per cento) dove ha recuperato il lieve calo di fine 2009 (-0,1 per cento). Complessivamente, dall’avvio della ripresa e fino al primo trimestre di quest’anno, il Pil dell’area e’ salito dello 0,7 per cento; la crescita e’ stata analoga in Italia, piu’ intensa in Germania e in Francia (1,5 e 1,2 per cento, rispettivamente). Per la media dell’area il livello corrente del prodotto e’ tuttavia ancora largamente inferiore, di circa cinque punti percentuali, a quello precedente la crisi”.