Barroso: “Il Fiscal compact non sarà rinegoziato”

Pubblicato il 10 Maggio 2012 9:13 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2012 9:20

José Manuel Barroso (LaPresse)

BRUXELLES – Il fiscal compact, non sarà rinegoziato. Così il presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso chiude alle modifiche sul nuovo trattato che impone il pareggio di bilancio. ”No” è stata la sua risposta ad una domanda su possibili modifiche al fiscal compact, in margine ad un dibattito pubblico al Parlamento di Bruxelles, nel giorno della festa dell’Europa.

 

Barroso si è detto invece favorevole a ”un contratto politico” che oltre alla disciplina di bilancio persegua l’obiettivo della crescita economica. La rinegoziazione del Fiscal compact è stata una dei temi dominanti della campagna elettorale del nuovo presidente francese Francoise Hollande, che chiede di completarlo con un cotè tutto dedicato alla crescita. La questione sarà al centro del vertice informale Ue del 23 maggio, il primo al quale parteciperà Hollande.

Neppure Mario Monti sarà soddisfatto dalle parole di monti. Martedì 9 aprile, infatti, il presidente del Consiglio italiano aveva chiesto di esentare per tre anni le spese per investimenti (in determinati settori) dai vincoli di bilancio Ue e del fiscal compact.