Bundesbank contro il piano Draghi: “Potrebbe far slittare le riforme”

Pubblicato il 6 settembre 2012 17:24 | Ultimo aggiornamento: 6 settembre 2012 17:35

ROMA – Il Presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, ”è contrario al piano di acquisti illimitati di titoli di Stato da parte della Bce”. Lo ha detto la Banca centrale tedesca in una nota, precisando che il piano ”potrebbe far slittare le riforme” nei Paesi a rischio.

In Germania anche il partito cristianosociale Csu, al governo con Merkel, critica aspramente il piano Bce sull’acquisto dei bond. ”Il finanziamento degli Stati stampando moneta è sbagliato e pericolosissimo”, dice il segretario del partito bavarese, Alexander Dobrindt: ”La Bce deve essere una banca della stabilità, non dell’inflazione”.

“La Bce agisce in modo indipendente, nel quadro del suo mandato”, è invece il commento di Angela Merkel dopo le dichiarazioni di Draghi sull’acquisto illimitato di bond da parte della Bce, al termine dell’incontro alla Moncloa con il premier spagnolo Mariano Rajoy. La cancelliera tedesca ha poi precisato: “Tutte le misure che servono alla stabilità monetaria, come quelle della Bce, non possono sostituire le azioni politiche”.