Bce, lenta ripresa dal 2014: “Rischi al ribasso per l’Eurozona”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2014 11:06 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2014 11:08
Bce, lenta ripresa dal 2014: "Rischi al ribasso per l'Eurozona"

Mario Draghi (Foto LaPresse)

ROMA – “La ripresa nel 2014 ci sarà, anche se lenta. Ma ci sono rischi al ribasso per l’Eurozona“. Mario Draghi, presidente della Bce, lo spiega nel bollettino mensile, sottolineando la ripartenza della produzione “grazie ad alcuni miglioramenti nella domanda interna, sostenuta dalla politica monetaria accomodante”.  

La Bce “enfatizza con forza” che è pronta a mantenere una politica monetaria per tutto il tempo necessario, il consiglio direttivo è pronto a “misure decisive” se serviranno.

Il bollettino della Bce spiega che nonostante la ripresa sia dietro l’angolo, “i rischi collegati all’outlook economico per l’Eurozona continuano ad essere al ribasso”: “Gli sviluppi nelle condizioni dei mercati finanziari e monetari globali e le relative incertezze hanno il potenziale per influire negativamente sulle condizioni economiche”.

Draghi ha poi sottolineato: “Guardando al 2014-15, è attesa una ripresa della produzione a passo lento, in particolare grazie ad alcuni miglioramenti nella domanda interna, sostenuta dalla politica monetaria accomodante”.

Il mercato del lavoro nell’Eurozona sta mostrando segni di stabilizzazione, scrive ancora la Bce, sottolineando che il tasso di disoccupazione è rimasto al 12,1% a novembre, stabile da otto mesi consecutivi e in miglioramento costante dall’estate 2012 per quanto riguarda il tasso annuo, anche se pur sempre 4,8 punti percentuali al di sopra dei livelli del 2008. Sempre dallo stesso periodo è iniziato il miglioramento ”sostanziale” della raccolta delle banche.