Banche europee sotto sorveglianza Bce: il documento del piano della Ue

Pubblicato il 8 settembre 2012 10:03 | Ultimo aggiornamento: 8 settembre 2012 10:03

ROMA – Banche a rischio controllate non più dallo Stato ma direttamente dalla Bce. Un piccolo “golpe” proposto dalla Commissione Europea in un documento, diffuso dal Sole 24 Ore, che prevede una rivoluzione nel sistema di controllo degli istituti di credito.

(clicca qui per il documento integrale)

Il tutto, nelle intenzioni della Commissione, dovrebbe entrare in vigore già da gennaio 2013 e prevede un anno di transizione, tra il 2013 e il 2014. Se il testo dovesse passare la norma si applicherebbe a tutti gli istituti indipendentemente da dimensioni e tipo di business. Il Sole spiega che il testo, preparato durante l’estate, è in realtà ancora in discussione e che dovrebbe essere presentato il prossimo 12 settembre. Secondo il documento le 6.000 banche della zona dell’Unione dovrebbero passare in qualche modo sotto il controllo Bce anche se solo

“esclusivamente per tutti i compiti chiave di sorveglianza bancaria che sono indispensabili per individuare i rischi alla vita di una banca”

 Tradotto, se una banca ha i conti in disordine dovrebbe essere la Bce e non più i singoli Paesi ad orientare le soluzioni per guidare l’istituto fuori dalle criticità. Non solo. Sempre nel documento di 33 cartelle e 28 articoli, sarà la Banca Centrale Europea che avrà il diritto di revocare la licenza bancaria ai paesi membri dell’Unione.

Per quanto riguarda l’attuazione del nuovo regolamento il Sole spiega, citando fonti della Commissione:

“Per l’esecuzione dei compiti, la Bce può chiedere l’assistenza delle autorità nazionali di sorveglianza, in particolare per la preparazione e l’adozione delle decisioni”. In questo ambito, le autorità nazionali competenti dovranno seguire le istruzioni dell’istituto monetario francofortese.

Se dovesse passare la proposta della Commissione agli Stati nazionali resterebbe il “controllo quotidiano delle istituzioni creditizie”.  La Bce, in ogni caso, non agirà da sola. Nel testo si prevede che la Bce eseguirà il suo compito “nel contesto di un meccanismo di vigilanza unico che comprenderà la Bce e le autorità nazionali competenti”.Il Sole, quindi, elenca i punti salienti della proposta della Commissione:

L’articolo 4 del progetto di regolamento elenca precisamente i compiti della Bce: tra le altre cose, la norma prevede la concessione e il ritiro della licenza bancaria; la valutazione delle acquisizioni e delle vendite di holdings da parte di istituzioni finanziarie; l”eventuale imposizione di cuscinetti ulteriori di capitale alle banche in difficoltà; e l’assistenza alla Commissione nel caso di ricapitalizzazioni bancarie effettuate attraverso il meccanismo europeo di stabilità Esm.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other