“Senza immigrati suicidio demografico”, vice Draghi dice…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Settembre 2015 13:04 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2015 13:27
Bce, vice di Draghi: "Senza immigrati suicidio demografico"

Bce, vice di Draghi: “Senza immigrati suicidio demografico”

ROMA – Bassa natalità e invecchiamento della popolazione rappresentano un rischio reale di “suicidio demografico” per l’Europa che vede  e vedrà progressivamente erodere la sua forza lavoro. Il rischio è paventato da Vitor Costancio, vice presidente portoghese della Bce: rimedi non ce ne sono, promuovere nuove nascite sarebbe insufficiente, l’unica soluzione è favorire l’ingresso di nuovi immigrati.

Parole nette, specie nel drammatico momento in cui l’Europa si divide e sembra impotente nella gestione politica dell’emergenza rifugiati. “Questo è un problema serio perché da anni l’Europa sta commettendo una sorta di suicidio demografico collettivo”, dichiara l’ex politico portoghese in una intervista alla Reuters.

“Per modificare le tendenze demografiche, promuovere le nascite non è sufficiente. Bisogna farlo attraverso l’immigrazione. In caso contrario, stiamo ostacolando la crescita e il benessere delle generazioni future”, ha aggiunto.