Bilancio positivo per Terna. Cattaneo: “Confermiamo di saper mantenere le promesse”

Pubblicato il 15 Novembre 2010 15:25 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 15:25

Il bilancio dei primi nove mesi dell’anno per Terna, la società che distribuisce l’energia elettrica ad alta e altissima tensione, è più che positivo con un utile in crescita del 32,4 per cento a 372,2 milioni, i ricavi che ammontano a 1,1 miliardi di euro (+15,1%) e l’ebit da a 888,8 milioni di euro (+16,4%), mentre gli investimenti sono in crescita del 54 per cento a 879,3 milioni.

Il maggior corrispettivo per l’utilizzo della rete il responsabile dell’incremento dei ricavi, che dipende anche dalla valorizzazione di competenza del meccanismo d’incentivazione legato alla riduzione dei volumi approvvigionati sul Mercato dei Servizi di Dispacciamento, pari a 63 milioni di euro. In crescita rispetto ai 320 milioni di euro dello stesso periodo del 2009 (+16,3%), inclusivo del risultato delle attività brasiliane, appare l’utile netto di gruppo complessivo, che si è attestato a 372,3 milioni di euro.

Negli investimenti il core business con i suoi 766,9 milioni di euro la fa da padrone, ed è in crescita del 34,4% rispetto al corrispondente periodo del 2009, mentre gli investimenti in immobili, impianti e macchinari del ‘Progetto fotovoltaico’ ammontano a 112,4 milioni di euro, con oltre 300 cantieri aperti ad oggi e con più di 5.000 addetti.

A 4.253,8 milioni si attesta al 30 settembre 2010 l’indebitamento finanziario netto contro i 3.758,2 milioni al 31 dicembre 2009, un evoluzione questa che “tiene conto degli investimenti effettuati per il progetto fotovoltaico e non comprende gli effetti positivi della cessione di Rete Rinnovabile, annunciata al mercato dopo la chiusura del terzo trimestre 2010 e in corso di finalizzazione”, come ha spiegato un comunicato del gruppo.

“I buoni risultati del terzo trimestre e dei primi nove mesi ci fanno essere fiduciosi per una chiusura del 2010 in rialzo”,  ha dichiarato Flavio Cattaneo, amministratore delegato di Terna, che ha aggiunto: “Avevamo detto che quest’anno sarebbe stato l’anno delle opere: nel 2010 supereremo il miliardo di euro di investimenti nel potenziare e ammodernare la rete elettrica italiana, oltre ai più di 400 milioni del progetto fotovoltaico Rete Rinovabile. La squadra di Terna sta confermando di saper mantenere le promesse”.