Economia

Black Friday (o Black November): sconti ma anche truffe. Come difendersi

Black-Friday-truffe

Black Friday (o Black November): sconti ma anche truffe. Come difendersi (Foto Ansa)

MILANO – Il Black Friday si avvicina. Il 24 novembre è il giorno più atteso dai fanatici dello shopping e non solo. Come da tradizione rigorosamente importata dagli Stati Uniti, in quel giorno moltissimi negozi reali e virtuali faranno sconti da periodo di saldi. Anche se ormai più che di Black Friday si dovrebbe parlare di Black November. 

Sarà la crisi che non passa, sarà la competizione tra rivenditori anche online, fatto sta che sono molti i commercianti che hanno iniziato a praticare prezzi ribassati da giorni. Qualcuno li chiama “mid season sales”, ma il risultato è sempre lo stesso: sconti per chi vuole comprare. Ikea, per esempio, ha lanciato i “black days”, la piattaforma online ePrice la “black hour”.

E coloro che vogliono comprare sono molti soprattutto in questo periodo che precede il Natale: tra regali e cambio di stagione gli acquisti da fare possono essere molti. Ma se le offerte non mancano, bisogna stare attenti alle truffe, come sottolinea il Sole 24 Ore:

i giorni del Black Friday e del Cyber Monday, infatti, sono molto propizi per le truffe online, con un aumento considerevole soprattutto del phishing (il metodo delle mail esca con link fasulli).

Per proteggersi dalle truffe gli esperti di Kaspersky Lab consigliano di prendere le seguenti precauzioni:

  • non cliccare su alcun link ricevuto da persone sconosciute o su link sospetti inviati da amici sui social network o via email. Potrebbe trattarsi di link nocivi, appositamente creati per scaricare malware sui dispositivi o per rimandare a pagine di phishing che mirano a rubare le credenziali degli utenti;
  • non inserire i dettagli della carta di credito su siti sconosciuti o sospetti, per evitare di farli cadere nelle mani dei cyber criminali. Se questi siti offrono offerte vantaggiose che sembrano troppo buone per essere vere, probabilmente appartengono ai criminali;
  • controllare sempre che il sito sia autentico prima di inserire le proprie credenziali o informazioni personali (è meglio controllare almeno l’url). I siti fasulli potrebbero sembrare proprio come quelli autentici; installare una soluzione di sicurezza sui propri dispositivi, con tecnologie integrate progettate per prevenire le frodi finanziarie.

 

To Top