Bollette telefono: scatta oggi la lista nera dei morosi abituali che passano di compagnia in compagnia

di Dini Casali
Pubblicato il 18 marzo 2019 9:08 | Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2019 11:53
Bollette telefono: scatta oggi la lista nera dei morosi abituali che passano di compagnia in compagnia

Bollette telefono: scatta oggi la lista nera dei morosi abituali che passano di compagnia in compagnia

ROMA – Dal oggi lunedì 18 marzo le compagnie telefoniche potranno rifiutare richieste di attivazione di nuove linee fisse o mobili a chi è un moroso abituale, cioè ai cattivi pagatori ma abili nel “surfare” da un’offerta e da un operatore all’altro lasciando dietro di sé una coda di bollette non pagate. Contro di loro le compagnie potranno utilizzare la banca dati comune, dal quale si ricaverà una lista nera. 

Di più: i morosi riceveranno una raccomandata nella quale si ingiungerà di mettersi in regola entro 30 giorni con i pagamenti pena l’inclusione appunto nella lista nera. Lo strumento si chiama “Simoitel” (Sistema informativo sulle morosità intenzionali nel settore della telefonia), ai morosi intenzionali non resterebbe che la soluzione delle carte prepagate.

Saranno incluse nella lista solo le morosità gravi ed abituali. Sul Sole 24 Ore Andrea Biondi elenca i criteri per l’individuazione del profilo del cliente da bandire: “il distacco dal servizio con recesso dal contratto da non meno di tre mesi; un importo insoluto di almeno 150 euro; la presenza di fatture non pagate nei primi sei mesi successivi alla stipula del contratto (a indicazione dell’atteggiamento “opportunistico” dell’utente); l’assenza di altri rapporti contrattuali post-pagati, attivi e regolari nei pagamenti con lo stesso operatore (a garanzia del fatto che si vadano a colpire il turismo telefonico e le morosità intenzionali)”.

“Asstel – spiega l’associazione delle compagnie telefoniche – ha posto il tema all’attenzione delle diverse Autorità producendo evidenze e stime del fenomeno e il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha ritenuto necessario l’introduzione di uno strumento ad hoc. Assicurando la correttezza dei comportamenti debitori, la funzionalità del Simoitel è certamente nell’interesse diretto degli operatori ma anche una garanzia per i tanti consumatori onesti”. (fonte Il Sole 24 Ore)