Bonanni: “Anche a me non piacciono le ruvidezze di Marchionne”

Pubblicato il 2 Aprile 2012 20:24 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2012 20:33

ROMA – ''Anche a me hanno dato fastidio alcune ruvidezze di Marchionne ma – dice il leader della Cisl, Raffaele Bonanni – Marchionne si comporta esattamente come tutti gli imprenditori del mondo che per investire vogliono solide basi''.

Il segretario generale della Cisl lo ha detto in un botta e risposta – alla presentazione nella sede della stampa estera del libro di Stefano Fassina 'Prima di tutto il lavoro' – con il vicedirettore di Repubblica Massimo Giannini. Bonanni aveva parlato del ''modello partecipativo'' che caratterizza il ruolo dei sindacati in Germania.

Da Giannini ''una piccola provocazione: passando dalla filosofia alla pratica – gli ha chiesto -, in Italia avete appoggiato il modello Pomigliano, cosa avete avuto in cambio?''

E Bonanni ha risposto: ''E' una bella battuta di un giornalista molto vivace. Ma c'e' un piccolo problema: chi fa sindacato, e non scrive sui giornali, deve cucinare con l'olio che ha. Non e' colpa nostra se nel non c'e' chi investe nel nostro Paese, e gli investimenti solo al livello di 35/40 anni fa''.