Bonus bebè: come funziona, a chi spetta, limiti di reddito. Tutto quello che c’è da sapere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 novembre 2014 18:00 | Ultimo aggiornamento: 3 novembre 2014 18:32
Bonus bebè: come funziona, a chi spetta, limiti di reddito. Tutto quello che c'è da sapere

Bonus bebè: come funziona, a chi spetta, limiti di reddito. Tutto quello che c’è da sapere

ROMA – Bonus Bebè: dal 1° gennaio 2015 arriva un bonus economico per le famiglie che avranno o adotteranno un bambino. Ma non sarà automatico: bisognerà presentare una richiesta. Ecco le risposte a tutte le domande più frequenti: le ha raccolte il Sole 24 Ore in un quiz.

Per quali bambini vale il bonus?
Quelli nati dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017

Il bonus bebè vale anche per i bambini adottati?
Sì, per i bambini adottati dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre.

Quant’è l’importo mensile del bonus?
80 euro per tutti quelli che ne hanno diritto

Il bonus bebè arriva fino a che età del bambino/a?
Fino ai tre anni del bimbo/a

Qual è il limite di reddito per avere diritto al bonus bebè?
90.000 euro lordi di reddito familiare

Dopo quanti figli non si applica il limite di reddito?
A partire dal quinto figlio nato o adottato

Il bonus bebè sarà conteggiato nel reddito complessivo per il calcolo del bonus degli 80 euro in busta paga?
No, mai.

Il bonus bebè è riservato solo ai lavoratori dipendenti?
No, è per lavoratori dipendenti e autonomi.

A chi bisogna presentare la richiesta per il bonus bebè?
All’Inps.

Quanti fondi riserva il governo stanzierà per il bonus bebè per i primi tre anni?
202 milioni di euro per il 2015, 607 milioni di euro per il 2016, 1.012 milioni di euro il 2017.

Che cosa prevede la legge di Stabilità se i fondi non dovessero bastare?
Un decreto interministeriale potrebbe rideterminare l’importo annuo dell’assegno e il limite di reddito per l’accesso (esatta).