Bonus bici, chi tardi arriva… solo 120 milioni stanziati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2020 9:01 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2020 11:16
Biciclette, Ansa

Bonus bici, chi tardi arriva… solo 120 milioni stanziati (foto Ansa)

ROMA – Basteranno 120 milioni per coprire il bonus bici?

Probabilmente no.

Considerando che il bonus può essere chiesto da tutti i maggiorenni residenti in comuni con almeno 50mila abitanti, quindi più o meno 26 milioni di persone, è facile capire che 120 milioni probabilmente non basteranno a coprire le richieste.

Il bonus, ricordiamo, coprirà il 60% della spesa e non potrà superare i 500 euro.

Ma come sarà erogato il bonus?

Sarà erogato attraverso una piattaforma online.

E il rischio è proprio qui.

Il rischio che il bonus bici venga erogato con l’ormai tristemente famoso… click day.

Chi prima clicca e chiede il bonus prima alloggia e ottiene i 500 euro. Fino all’esaurimento. Fino all’esaurimento dei 120 milioni a disposizione.

E gli altri? E gli altri niente. Compreso chi la bici l’ha già comprata.

Già perché si può richiedere il bonus anche dopo aver già comprato la bici.

La misura, infatti, come spiega il Corriere della Sera

“copre anche gli acquisti fatti dal 4 maggio in poi, è facile prevedere che i soldi non basteranno.

La norma prevede che lo Stato si accolli il 60% del prezzo di acquisto sostenuto per biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel”.

Quindi rischio click day.

Qualcuno lancerà i soldi. E vincerà chi allungherà più velocemente le mani. 

Ecco l’Italia del 2020. (Fonte: Il Corriere della Sera).