Bonus mobili più facile: rimborsi fiscali anche se non fai ristrutturazioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Maggio 2014 19:22 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2014 19:22
Bonus mobili più facile: rimborsi fiscali anche se non fai ristrutturazioni

Foto Lapresse

ROMA – Il bonus mobili cambia: ne potrà usufruire anche chi non fa lavori di ristrutturazione. Fino a oggi, cioè, se vuoi acquistare un mobile e un nuovo elettrodomestico e ottenere i rimborsi fiscali, devi fare anche una ristrutturazione a casa orientata all’efficienza energetica. La misura è contenuta nel decreto casa. L’agenzia Public Policy rivela che dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014 le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

“sono computate, ai fini della fruizione della detrazione di imposta (ovvero del bonus mobili al 50%), indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione che fruiscono delle detrazioni”.

L’emendamento dei relatori al decreto, Stefano Esposito e Franco Mirabelli del Pd, è stato approvato dalle commissioni Lavori pubblici e Ambiente del Senato.

L’emendamento, spiega Public Policy, in pratica riporta la norma a come era prima della Legge di Stabilità, svincolando per tutto il 2014 le spese per l’acquisto di mobili coperte dal bonus fiscale, da quelle sostenute per la ristrutturazione edilizia, per cui si può fruire del bonus casa. Resta però il tetto di spesa per l’acquisto di mobili di 10mila euro. L’emendamento ora dovrà passare il vaglio della commissione Bilancio.