Borsa: New York cala per il terzo giorno consecutivo

Pubblicato il 12 agosto 2010 23:07 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2010 23:07

La Borsa di New York chiude in calo la terza seduta consecutiva con l’aumento dei sussidi alla disoccupazione saliti ai massimi da febbraio e Cisco che, nel diffondere i risultati trimestrali, ha messo in evidenza l’incertezza dell’economia. I deboli dati sul mercato del lavoro hanno alimentato i timori per l’economia.

Il Dow Jones perde 59,11 punti, o lo 0,57%, a 10.319,80 punti, portando il bilancio settimanale a -3,1%. Lo S&P 500 cede lo 0,54% a 1.083,59 punti appesantito dal -10% di Cisco. Il Nasdaq arretra dello 0,83% a 2.190,27 punti. Dall’inizio della settimana il Nasdaq è in calo del 4,3% e lo SW&P 500 del 3,4%.

Cisco trascina in basso tutto il settore tecnologico. NetApp perde l’8,7%, Juniper il 6,9% e Altera il 6,1%. I timori di un rallentamento dell’economia penalizzano il petrolio, che cede in calo del 2,9% a 75,74 dollari al barile.

In un contesto di incertezza, le quotazioni dell’oro volano ai massimi da giugno, con il metallo giallo che torna a essere il bene rifugio per eccellenza e sale a 1.214,80 dollari l’oncia.