Borsa: Wall Street torna ai livelli prima della crisi, il massimo dal 2008

Pubblicato il 26 Gennaio 2011 19:42 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2011 19:47

Per la prima volta dal giugno del 2008, l’indice Dow Jones ha toccato quota 12.000 punti, tornando ai livelli di contrattazioni che la Borsa americana aveva prima che esplodesse la crisi con il crac della Lehman Brothers, nel settembre 2008.

L’andamento del mercato conferma i segnali di ripresa vigorosa segnalati dal Fondo monetario anche per l’economia americana. Ma a riportare l’ottimismo in Borsa oggi sono stati due eventi in particolare: i nuovi dati sulla vendita di case e la fiducia degli investitori sul fatto che il Fomc, il “braccio” della banca centrale Usa nelle decisioni sulla politica monetaria, continuerà a sostenere lo sforzo per la ripresa.

Il Dow Jones aveva chiuso per la prima volta sopra quota 12.000 punti nel settembre del 2006, toccando questa quota in altre 413 sedute fra il 2006 e il 2008.

La seduta era iniziata con il segno negativo ed ha avuto la svolta repentina quando sono arrivati i dati sulle vendite di nuove case, aumentate in dicembre del 17,5% rispetto al mese precedente a quota 329.000. Il dato reale è risultato nettamente migliore rispetto alle attese degli analisti che puntavano su un aumento più modesto pari al 3,1% a quota 299.000 unità.

A spingere il comparto sono state soprattutto le vendite registrate negli stati dell’Ovest, cresciute del 72% rispetto a novembre. Secondo Bloomberg, un simile tasso di crescita nel settore non si registrava dal 1993.