Economia

Borsalino è fallita, respinto il concordato

borsalino-fallita

Borsalino è fallita, respinto il concordato

ROMA – Borsalino è fallita, respinto il concordato. La Borsalino, storica azienda alessandrina di cappelli, è fallita. Il tribunale ha respinto la richiesta di concordato della Haeres Equita srl, società dell’imprenditore svizzero Camperio, che gestisce l’azienda dopo l’affitto del ramo. Lo rendono noto i sindacati, che nel pomeriggio incontreranno i curatori, Stefano Ambrosini e Paola Barisone, e i lavoratori. Dall’azienda, al momento, non è stata data nessuna comunicazione ufficiale.

Quella respinta dal tribunale di Alessandria è la seconda richiesta di concordato, dopo quello che era stato revocato a dicembre 2016. “Abbiamo già chiesto un incontro con i curatori fallimentari e, nel pomeriggio, incontreremo anche i lavoratori”, commenta Elio Bricola della Uil. “Per quel che sappiamo al momento – aggiunge – è ragionevole che i contratti del ramo d’affitto vadano comunque avanti, nell’interesse di tutti”. I legali dell’azienda, secondo quanto appreso, stanno approfondendo il dispositivo del tribunale.

Il Borsalino, un vero simbolo del Made in Italy, divenne universalmente famoso nel 1942, quando uscì il film «Casablanca». Celebre la scena dell’addio tra i due protagonisti, Humphrey Bogart e Ingrid Bergman, entrambi con un Borsalino in testa. Alain Delon andò oltre nel 1970, interpretando un film dal titolo «Borsalino». L’azienda italiana era allora all’apice del successo. Poi, complici le mode, il declino e l’amara conclusione odierna. (Corriere.it)

To Top