Borse, Atene crolla: -6,6%. In tutta Europa “bruciati” 144 miliardi

Pubblicato il 4 Maggio 2010 15:57 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2010 18:28

borseLe Borse europee hanno bruciato 144 miliardi di euro per effetto dei timori legati al piano di salvataggio messo a punto per la Grecia e di un eventuale contagio della crisi verso gli altri Paesi dell’Europa Meridionale, in particolare verso la Spagna.

La Borsa di Atene ha chiuso in forte perdita il 4 maggio. L’Indice Generale segna alla fine delle contrattazioni -6,68% a causa dei timori sulle capacità del governo di applicare il piano di austerità, di far fronte alle reazioni sociali, e alle conseguenze di tali misure sull’economia. L’Indice è sceso sotto la quota critica dei 1750 punti, a 1729,68.

Crolla anche la Borsa di Madrid, che registra -4,3%. Male anche Piazza Affari che lascia sul terreno il 3,6%, mentre a Wall Street i mercati cedono mediamente oltre un punto percentuale.

Le vendite si concentrano quindi sui mercati dei Paesi dell’area Pigs (Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna) sui timori che il piano da 110 miliardi di euro messo a punto dall’Ue al fianco dell’Fmi non sia sufficiente e che possano arrivare nuovi problemi da altri Paesi dell’area euro. Le Borse europee, sui timori legati ai Paesi Pigs, hanno azzerato tutti i guadagni messi a segno da inizio anno.

E così mentre le perdite aumentano su Francoforte (-2,25%), Parigi (-2,78%) e Londra (-2,23%) a Madrid il calo si è portato intorno ai 5 punti percentuali. Sotto pressione anche il listino portoghese che perde il 4,14% e quello irlandese che arretra del 2,3%.

Tra i singoli settori, quelli maggiormente penalizzati sono i bancari (Stoxx -4,19%), le materie prime (-5,6%) e le auto (-4,3%). I tonfi più significativi sono di Deutshce Telekom (-9,2%), del gigante minerario Bhp Billiton (-8,1%), del Banco di Bilbao (-7,5%), del Santander (-7%) e di Intesa SanPaolo (-6,4%). Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali borse europee. – Londra -2,23% – Parigi -2,78% – Francoforte -2,25% – Madrid -5,01% – Milano -3,64% – Amsterdam -2,31% – Stoccolma -1,78% – Zurigo -1,16%.