Borse europee in leggero rialzo dopo il dietrofront greco

Pubblicato il 4 Novembre 2011 9:54 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 10:56

MILANO, 4 NOV – Le Borse europee rispondono alla rinuncia al referendum sul piano di salvataggio dell’Unione europea da parte della Grecia con il segno positivo. Nella mattinata del 4 novembre l”indice d’area è salito di quasi mezzo punto.

Milano, dopo aver toccato un punto e mezzo di crescita, limita i guadagni attorno allo 0,2 per cento. Gli acquisti, nel dettaglio, valorizzano Intesa SanPaolo (+2,2%), Unicredit (+2,1%), Mediolanum (+2,3%), FonSai (+3,25%). A livello settoriale corrono, per l’appunto, i bancari (sottoindice dj stoxx +2,19%) dove, oltre agli istituti italiani, corrono le francesi Bnp Paribas (+4,9%) e Credit Agricole (+4,2%). Bene anche le costruzioni (+2,23%) con lo strappo di Lafarge (+7,6%).

Sotto pressione Tenaris (-2,96%), Atlantia (-2,58%), Finmeccanica (-1,77%), Lottomatica (-1,6%), Fiat Industrial (-1,37%). Continua la corsa di FonSai (+2,12%) e, a seguire, Ubi Banca (+2,14%) e quella dei cementieri Buzzi (+2,16%) e Italcementi (+2,93%). Unicredit riduce i guadagni allo 0,66% e Intesa SanPaolo all’1,5%.

Di seguito l’andamento delle principali borse europee:
– Londra +0,60%
– Parigi +0,98%
– Francoforte +0,41%
– Madrid +0,89%
– Milano +0,55%
– Amsterdam +0,49%
– Stoccolma +0,12%
– Zurigo +0,48%.